Mindfulness

Training sulla consapevolezza

“ .. un invito a risvegliarci dal sogno, da quello stato in cui siamo tutti presi da noi stessi dal nostro infinito vorticare in storie che ci portano lontano da quel che accade davvero in quei momenti che poi, sommati gli uni agli altri, chiamiamo “la mia vita”. J. Kabat-Zinn

Mindfulness-meditazione

Cosa significa Mindfulness?

La parola Mindfulness indica uno stato mentale che ha a che fare con particolari qualità dell’attenzione. Deriva dal termine sanscrito: “sati” che significa consapevolezza.
E’ la coltivazione diretta e graduale della consapevolezza o presenza mentale.Viviamo in un mondo sempre più piccolo e interconnesso, sempre più lanciato nel caos a grande velocità, a causa del succedersi degli avvenimenti.

La presenza mentale si coltiva momento per momento, con intenzione, nel presente e in modo non giudicante. Come vedete sono parole molto semplici e la meditazione stessa è una pratica semplice: fermarsi un attimo e stare con la nostra presenza mentale e fisica. Se ci soffermiamo però ci rendiamo conto che è un’operazione che non facciamo mai. L’abitudine è quella di concentrarci sul “fare”, su come rispondere alle aspettative che le persone hanno su di noi, in ambito lavorativo ma anche familiare. Come fare a disidentificarsi da quell’immagine, da quel ruolo?

Per dirla come Jon Kabat-zinn vivere il momento presente significa: “Prendere contatto con quelle dimensioni della nostra umanità che determinano la differenza tra felicità e infelicità, tra saggezza e follia, tra il benessere e il turbinio logorante della mente, nel corpo e nel mondo che definiremmo mal-essere“. Perché la nostra insoddisfazione è davvero un malessere, una malattia, anche se non ci sembra tale.

In collaborazione con il Centro Libenter proponiamo un training sulla consapevolezza con l’obiettivo di offrire all’utenza uno spazio dove poter esplorare il proprio corpo e la propria mente.

Il corso è aperto a tutti e gli esercizi sono finalizzati a comprendere il proprio equilibrio psico-fisico e in particolare:

  • osservare con maggiore lucidità i propri contenuti mentali e i loro movimenti
  • rimanere presenti al qui ed ora
  • esplorare e accettare il flusso di sensazioni, immagini, sentimenti e pensieri da cui la mente e il corpo sono attraversati.

Conoscere e prendere confidenza con i propri pensieri è il primo passo per comprendere la reciprocità che esiste tra corpo e mente, osservare come si genera la sofferenza e imparare a trovare le strategie per affrontarla.

Per informazioni potete contattarmi tramite il form oppure scrivere una mail a: info@centrolibenter.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...